LA DIFESA DELLE SPIAGGE E DELLE RETROVIE

Nel dicembre 1943 il maresciallo Erwin Rommel riceve da Hitler la missione di ispezionare il Vallo Atlantico. Nel gennaio 1944, viene nominato comandante del gruppo di armate « B » incaricato della difesa delle coste del nord-ovest dell’Europa, della Loira ai Paesi Bassi ovvero il settore più direttamente minacciato dall’invasione alleata.

Per lui, la battaglia decisiva avverrà sulle spiagge. Allora, con la sua abituale energia, Rommel moltiplica gli sforzi per riempire le lacune e le insufficienze che ha potuto scoprire e ridona un secondo soffio alla costruzione del Vallo Atlantico. Ordina di proteggere con casematte le batterie d’artiglieria, moltiplica le opere di difesa ravvicinata del litorale, dissemina le spiagge di ostacoli destinati a bloccare e distruggere le chiatte d’assalto, fa minare le dune, senza dimenticare di mettere in difesa l’entroterra per ostacolare l’assalto delle truppe aviotrasportate.