IL SETTORE DELLE TRUPPE AMERICANE

Per proteggere il settore di Utah Beach, sul fianco ovest della zona di sbarco lo stato maggiore alleato ha deciso di lanciare nella note precedente l‘assalto due divisioni di paracadutisti americani, la cui missione è di stroncare i contrattacchi tedeschi. La 82a Airborne del generale Ridgway deve in particolare catturare l’importante nodo viario di Sainte Mère Eglise ed i ponti sul Merderet. La 101a Airborne comandata dal generale Taylor si sforzerà di prendere il controllo delle vie d’uscita delle spiagge dietro Utah Beach .

Tra mezzanotte e le 3 di mattina, oltre un migliaio di aerei da trasporto C-47 « Dakota » lanciano sul Cotentin oltre 13 000 paracadutisti. L’operazione si svolge in modo generale in bruttissime condizioni. Numerosi aerei presi di mira dalla FLAK si sbrigano a mettersi al riparo e ad allontanarsi, volano troppo alto e a velocità troppo elevata. I paracadutisti cadono spesso molto lontano dalla “Drop Zone” a loro assegnata, a volte a decine di chilometri dal posto previsto. Molti si smarriscono, si impigliano negli alberi o si impantanano nelle paludi, alcuni annegano. Parecchi « sticks » cadono nel bel mezzo della cittadina di Sainte-Mère-Eglise, accolti dal fuoco mortale della guarnigione tedesca.

Alle 4 di mattina, un centinaio di alianti Waco che trasportano materiale e rinforzi vengono lanciati sopra la campagna normanna. Molti si schiantano all’atterraggio contro le siepi. Muore cosi’ il generale Don Pratt comandante in seconda della 101a.

Numerose unità non possono più raggrupparsi per le azioni previste. Fortunatamente la dispersione avrà per effetto di disorientare i Tedeschi incapaci di apprezzare la forza e le posizioni dell’avversario. Ne risulterà una notte di combattimenti sporadici e confusi nella campagna normanna.

Comunque verso le 4e 30 un battaglione della 82 Airborne agli ordini del tenente colonnello Edward Krause riusci’ a prendere Sainte-Mère-Eglise. La mattina molte ore saranno ancora necessarie ai paracadutisti per riunirsi prima di operare all’inzio del pomeriggio il primo collegamento dal lato di Pouppeville con gli elementi avanzati della 4a divisione di fanteria sbarcata all’ alba sulla spiaggia di Sainte-Marie- du- Mont.